Scopri i nostri ebook gratuiti

Attività e compiti: l'uso del calendario nel CRM

    Un aspetto molto importante nell'organizzazione aziendale in generale, e nell'organizzazione della relazione con il cliente in particolare, è la gestione di attività e compiti, ovvero del calendario. Avere sotto controllo gli impegni futuri e tenere traccia di quelli passati ci aiuta molto nell'essere efficienti e poter valutare l'operato aziendale e dei singoli membri dell'organizzazione. Facciamo quindi una prima distinzione, quella tra eventi e compiti: eventi : un evento ha una precisa collocazione temporale, per esempio dalle 10:00 alle 11:00 del 22 maggio compiti : un compito ha una data di inizio, in cui è stato assegnato, e una data di scadenza, entro la quale dovrà essere completato   I CRM in genere permettono di creare agevolmente eventi e compiti in due modi: direttamente dal calendario : in questo caso sul nostro calendario cliccheremo nel giorno e l'ora di interesse, o sul bottone aggiungi evento come in un qualsiasi...
Continua a leggere
Vota:
2448 Hits
0 Commenti

Le opportunità di vendita nel CRM: come gestirle

Se è vero che la maggior parte degli utilizzi di un CRM è funzionale a migliorare il processo di vendita, le opportunità di vendita rappresentano una delle entità (moduli) fondamentali presenti nel nostro CRM. Le opportunità di vendita in un CRM servono ad organizzare e catalogare tutta l'attività di relazione con il cliente relativa alla fase di vendita, permettendo di aumentare l'efficienza aziendale in questa funzione, grazie al fatto che permettono la tracciatura di tutte le opportunità aperte. I campi tipici per catalogare un'opportunità  Di seguito riportiamo i campi che normalmente si possono trovare per catalogare un'opportunità di vendita in un CRM. Stadio di vendita: in prospettiva: l'opportunità è aperta ma in una fase iniziale e non è ancora stata definita con il cliente proposto il valore: al cliente è stato indicato il valore richiesto  inviato preventivo: è stato inviato un preventivo formale rinegoziazione: su richiesta del cliente si sta...
Continua a leggere
Vota:
2446 Hits
0 Commenti

Organizzazioni e contatti nel CRM

Da lead ad organizzazioni (aziende) e contatti: convertire un lead Una delle modalità che ci porta a creare all'interno del nostro CRM contatti ed organizzazioni è quella della conversione da Lead. Un Lead è relativo alla funzione marketing e rappresenta un potenziale da sviluppare ma sul quale non è ancora stata fatta una vera e propria attività commericiale. Il lead, l'abbiamo visto, ha in genere sia i dati aziendali (se siamo in un contesto B2B – Business to Business, il cliente è un'azienda) che quelli di un contatto singolo a cui fare riferimento (in un contesto B2C – il cliente è il consumatore finale, avremo solo quindi contatti nel nostro CRM).   Un buon CRM permette di convertire il nostro lead, creando in modo automatico: un contatto che prenderà i dati della persona inserita nell'anagrafica lead (nome, cognome, telefono, email, ecc.) un'azienda che prenderà dall'anagrafica lead i dati aziendali (Nome...
Continua a leggere
Vota:
Commenti recenti
Simone Travaglini
Buongiorno Marco e grazie per la domanda. Come scritto cioè che normalmente differenzia un lead da un contatto è che sul contatto ... Read More
Sabato, 04 Luglio 2015 14:46
Simone Travaglini
Non è possibile associare un contatto a più organizzazioni, va duplicato. Per alcuni clienti in cui questo caso era ricorrente abb... Read More
Martedì, 11 Ottobre 2016 10:39
Simone Travaglini
No questa cosa non è possibile in Vtiger. Il rapporto tra contatto e azienda è 1 a 1
Mercoledì, 31 Maggio 2017 06:50
2308 Hits
6 Commenti

I lead nel CRM: definizione e come gestirli

Definizione: cos'è un lead L'attività commerciale parte spesso da nuovi potenziali clienti, nominativi su cui impostare una serie di azioni che ci consentono, tramite un percorso per gradi, di arrivare alla vendita. Questi contatti nel gergo del marketing si chiamano lead. Un lead è una persona o un'organizzazione che ha espresso un interesse verso un nostro prodotto o servizio, ma con il quale non è iniziata una vera e propria trattativa commerciale. Esempi di lead: contatto lasciato in fiera persona che ha compilato un form di richiesta informazioni sul sito qualcuno che ha trovato un nostro volantino e ci ha mandato una mail  In senso estensivo possiamo considerare lead anche persone od organizzazioni che hanno un potenziale interesse verso un nostro prodotto o servizio. Ad esempio se vendiamo attrezzature per alberghi, ogni albergo è un potenziale nostro cliente, e potremmo decidere di fare una campagna commerciale su di una lista...
Continua a leggere
Vota:
3633 Hits
0 Commenti